Carpa Koi Kinginrin - Koi Varese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Carpa Koi Kinginrin

Carpa Koi
 
 

Carpa Koi Kinginrin, carpa brillante

Carpa koi Kinginrin: il nome di questa carpa koi risulta ben strano per chiunque non si interessi alle Koi. E’, infatti, il risultato dell'insieme di tre parole giapponesi che sono: kin, gin e rin. Kin significa riflesso dorato, Gin argentato e Rin squama. Il significato è squame con riflessi dorati e argentati. Può essere abbreviato in Ginrin.

Kinginrin é una parola usata per descrivere delle carpe koi con le squame che brillano. Per essere qualificate come carpa koi Kinginrin, le koi devono avere almeno 20 squame che presentano questa particolarità.
L'effetto Kinginrin è il risultato dell'accumulo nelle squame di un pigmento chiamato guanina.

Esistono quattro tipi di carpa koi Kinginrin:
- Pearl: la caratteristica di questa squama è quella di avere il solo centro brillante, come se una perla fosse situata al centro di ogni squama.
- Beta-Gin: è  anche detto Niigata Ginrin. Tutta la squama brilla contemporaneamente, considerata la più bella. Non è facile però vedere un pesce con una bella ripartizione delle squame ginrin sul dorso.
- Diamond: è anche detta Hiroshima Ginrin perché è apparsa nel 1969 a Hiroshima. Le squame brillano molto, come dei diamanti. Questa varietà è apprezzata più all'estero che in Giappone in quanto i giapponesi la trovano troppo brillante e vedono una mancanza di raffinatezza.
- Kado-Ginrin: quest'ultima varietà è caratterizzata dall'avere una brillantezza limitata al bordo della squama, kado significa, infatti, bordo. In Giappone questa varietà non è molto apprezzata perché i riflessi delle scaglie sono molto irregolari.


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu